Casa di Ventignano


Vai ai contenuti

Progetto Lavoro

Progetto “Autismo e lavoro”

Il progetto “autismo e lavoro” è un'esperienza pilota della ASL 11 di Empoli che si prefigge di testare una nuova metodologia di inserimento lavorativo e occupazionale delle persone con autismo. Il progetto parte da un assunto: che il lavoro per la persona con disabilità così come per la persona "normodotata” sia non solo uno strumento di sostegno economico, ma soprattutto un elemento fondamentale di espressione del proprio essere, un imprescindibile possibilità per la persona. Il progetto “autismo e lavoro” si propone di continuare il percorso di presa in carico delle persone con autismo delineato dalla Regione Toscana attraverso il PSR del 2006-2008 e 2008-2010 e con la Delibera della Giunta Regionale Toscana n. 1066 del 15/12/2008.
Dopo la diagnosi precoce, dopo l'organizzazione scolastica, dopo la realizzazione dei Centri Diurni dedicati, è doveroso proseguire con un progetto che preveda l'organizzazione di un percorso occupazionale lavorativo, diritto di ogni cittadino, per le persone adulte con autismo. L'obbiettivo è sperimentare percorsi di inserimento lavorativo che tengano conto delle caratteristiche proprie della patologia specifica e dei comportamenti problematici che vanno ad incidere su diverse abilità. Il progetto interessa i ragazzi che hanno già compiuto il diciottesimo anno di età per i quali si prevede necessariamente una fase da svolgere all'interno del Centro Diurno “La Casa di Ventignano” che costituisce il centro di riferimento per la programmazione e l'attuazione di progetti di vita individualizzati long life, dall'infanzia all'età adulta, per le persone con autismo e si propone come centro pilota di esperienze innovative esportabile in ambito regionale nella realizzazione di interventi finalizzati all'acquisizione di competenze per il raggiungimento dei migliori livelli possibili di autonomia personale, interazione sociale, abilitazione per inserimento nel mondo del lavoro. La fase da svolgere all'interno del centro diurno è necessaria per individuare in modo corretto i bisogni e i punti critici sui i quali intervenire per raggiungere livelli sempre maggiori di autonomia ed integrazione, ma soprattutto per individuare le potenzialità del soggetto attraverso una valorizzazione delle risorse individuali, familiari e del territorio.


Presentazione progetto presso 2° convegno "dall'Adolescenza all'età adulta" tenutasi a San Miniato in data 29-30-31 Marzo 2012


Home Page | Lo Staff | L'Autismo | Obbiettivi | Attività | Progetto Lavoro | Links e Realizzazioni | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu